Ripasso preliminare per il concorso di magistratura

//Ripasso preliminare per il concorso di magistratura
Ripasso preliminare per il concorso di magistratura2018-12-11T16:17:27+01:00

Project Description

Ripasso preliminare allo studio intensivo per il concorso di magistratura

Le cinque regole di studio

  • Individuare nel manuale universitario gli argomenti da trattare giornalmente e farsi un assegno (esempio da pag. tot a pag. tot)
  • Leggere due volte il testo
  • Subito dopo aver letto (e studiato) il testo leggere e trascrivere su propri appunti gli articoli di riferimento
  • Effettuare collegamenti fra tutti gli articoli trascritti per argomento appuntandosi proprie brevi riflessioni riassuntive in modo da pervenire al “cuore” di ciascun argomento
  • Ripetere rileggendo i propri appunti e consultando il codice o la legge interessata

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO CIVILE

  • Le fonti del diritto civile. Le fonti comunitarie.
  • L’applicazione e interpretazione della legge.
  • Il rapporto giuridico. Le situazioni giuridiche soggettive (diritti soggettivi, interessi legittimi, situazioni di fatto).
  • La persona fisica (capacità giuridica e capacità d’agire).
  • I diritti della personalità (diritto alla vita, all’identità personale, diritto alla salute, all’immagine alla riservatezza.
  • Gli enti, le associazioni riconosciute e non.
  • Le società. Società di persone, società di fatto, apparente, occulta.
  • Le società in nome collettivo. Le società in accomandita semplice.
  • Società di capitali (società per azioni, società europea, società in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata).
  • Le società cooperative.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO

  • I rapporti tra diritto amministrativo e diritto europeo.
  • Il regime dell’atto amministrativo in contrasto con il Diritto dell’UNIONE Europea.
  • Le fonti del diritto – le fonti primarie e le fonti secondarie.
  • Regolamenti governativi e ministeriali, il riparto dei regolamenti fra Stato e regioni, i regolamenti degli enti pubblici e degli enti locali.
  • Gli atti di regolazione delle autorità indipendenti.
  • Gli atti ANAC.
  • Il potere di disapplicazione dei regolamenti illegittimi.
  • Gli statuti – le circolari – i Piani regolatori generali.
  • I bandi di gara e di concorso – regime di loro impugnazione con riguardo alle cause di esclusione dal concorso
  • Le altre fonti di diritto amministrativo.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO PENALE

  • Il principio di legalità. La riserva di legge e le fonti del diritto penale.
  • Il principio di tassatività e il divieto di analogia.
  • La norma penale in bianco.
  • La successione delle leggi penali nel tempo.
  • I limiti spaziali e i limiti personali. L’abolitio criminis.
  • La nozione di reato.
  • Gli elementi costitutivi del reato. L’elemento soggettivo e oggettivo del reato.
  • La condotta e l’evento.
  • L’imputabilità. La responsabilità penale degli enti.
  • La coscienza e volontà dell’azione. Il dolo (diretto, eventuale, incidentale) e la colpa. La responsabilità per delitto preterintenzionale.
  • La responsabilità obiettiva.
  • Differenze tra delitti e contravvenzioni L’elemento psicologico nelle contravvenzioni; le singole fattispecie contravvenzionali previste dal codice penale (da art. 650 ad art. 733 bis c.p. – studiarle sul codice penale annotato dalla giurisprudenza) Fare particolare attenzione all’art. 674 c.cp. (propagazione di emissioni elettromagnetiche e ai rapporti con l’illecito amministrativo di cui all’art. 15 L. 36/2001)
  • Le condizioni obiettive di punibilità. Il caso fortuito e/o la forza maggiore. Onere della prova. Le nuove cause di non punibilità e di estinzione del reato. La messa alla prova e la particolare tenuità del fatto.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO CIVILE

  • La tutela giurisdizionale dei diritti. Il principio dell’onere della prova. I mezzi di prova. Le presunzioni.
  • La prescrizione e la decadenza.
  • I beni mobili ed immobili. I beni registrati. I prodotti finanziari. I frutti. Combinazioni di beni.
  • Le universalità patrimoniali, Il TRUST. Il patrimonio. Combinazione di beni
  • I diritti reali. La proprietà. La superficie. L’enfiteusi. Le servitù.
  • La proprietà industriale. Il marchio e il brevetto.
  • La comunione e Il condominio, il possesso.
  • Il contratto preliminare e il contratto di compravendita mobiliare e immobiliare.
  • La vendita con patto di riscatto. La vendita con riserva di proprietà.
  • I contratti reali (deposito regolare ed irregolare, deposito nei magazzini generali, comodato, mutuo)
  • I contratti di scambio (do ut des), la permuta.
  • I contratti di borsa e di intermediazione finanziaria, il riporto, il contratto estimatorio e la somministrazione

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO

  • Diritti soggettivi ed interessi legittimi.
  • Ricorso per l’efficienza dell’Amministrazione (d.lgs.n. 198/2009). La Class action amministrativa (da studiare in parallelo con il civile, art. 35 Dl. N. 201/2011).
  • Il riparto della giurisdizione (fra il g.o. e il g.a.).
  • La giurisdizione esclusiva con riguardo alle materie (edilizia e urbanistica, pubblico impiego, danno ambientale, controversie sportive, contenzioso elettorale).
  • Il danno da lesione dell’interesse legittimo.
  • I diritti insopprimibili (o fondamentali innanzi al g.a.).
  • Il danno da provvedimento amministrativo. Il danno da ritardo. La reintegrazione in forma specifica.
  • La responsabilità del pubblico dipendente.
  • Gli enti pubblici.
  • Le Agenzie.
  • Le Autorità indipendenti.
  • L’Anac.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO PENALE

  • L’errore.
  • L’aberratio ictus e l’aberratio delicti
  • Il reato impossibile.
  • L’agente provocatore.
  • Le scriminanti.
  • Il tentativo.
  • I reati di possesso.
  • Le circostanze aggravanti e diminuenti del reato
  • Il concorso dei reati.
  • Il concorso di persone.
  • Il reato continuato.
  • Il reato abituale.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO CIVILE

  • I diritti di credito. Le obbligazioni ed i loro elementi. Modificazioni del rapporto obbligatorio sia dal lato passivo che attivo.
  • Le fonti dell’obbligazione.
  • Le obbligazioni naturali. Le obbligazioni nascenti dalla legge.
  • Le obbligazioni nascenti da fatto illecito (la responsabiltà extracontrattuale e precontrattuale)
  • Le obbligazioni nascenti da atti unilaterali (promessa di pagamento e ricognizione di debito, titoli di credito, cambiale, assegno).
  • L’adempimento e l’inadempimento. Il pagamento.
  • I modi di estinzione dell’obbligazione diversi dal pagamento.
  • La mora. Il pagamento degli interessi La responsabilità contrattuale. La responsabilità patrimoniale del debitore
  • Le garanzie patrimoniali. Il privilegio, il pegno, l’ipoteca.
  • I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale (l’azione surrogatoria, revocatoria, il sequestro conservativo il diritto di ritenzione.
  • I contratti volti a costituire garanzie patrimoniali. La fideiussione. Il mandato di credito. Le lettere di patronage.
  • La fideiussione omnibus. La fideiussione per obbligazione futura. La cosidetta garanzia a prima richiesta. Il contratto autonomo di garanzia. L’anticresi.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO

  • I soggetti e gli organi amministrativi.
  • Il concetto di organismo di diritto pubblico
  • Il rapporto organico, il rapporto di servizio, il dovere d’ufficio.
  • Il principio di competenza, la delegazione, la delega di firma, l’avocazione, l’avvalimento, la sostituzione.
  • Il funzionario di fatto. I provvedimenti favorevoli (e sfavorevoli) applicati dal funzionario di fatto. La nomina mancante e quella illegittima.
  • L’organizzazione statale e quella degli enti territoriali (regioni) e locali (Comuni, province, città metropolitane).
  • Il principio di sussidiarietà (verticale e orizzontale, fra enti e fra enti e privati).
  • L’esercizio dei poteri sostitutivi (art. 8 legge n. 131/2003).
  • Gli enti pubblici (enti strumentali ed enti ad autonomia funzionale).
  • L’impresa pubblica. Le società pubbliche. Le società in house (studiare le Direttive Europee e il loro recepimento nel dlgs. N. 50/2006 oltre al Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica)
  • Il rapporto di pubblico impiego e sua tutela giurisdizionale anche con riguardo all’accesso. I concorsi pubblici
  • I beni pubblici. La sdemanializzazione. La liberalizzazione dei servizi a rete. La valorizzazione dei beni pubblici. La concessione dei beni pubblici. Il principio di evidenza pubblica e di insistenza (diritto del vecchio concessionario ad essere preferito agli altri in sede di rinnovo della concessione di beni pubblici… proroga fino al 2010 delle concessioni lacuali e/o di sfruttamento turistico, giudicato, illegittimità dichiarata dalla Corte europea di Lussemburgo, sentenza 2016 Melis)
  • I Beni culturali. Le sponsorizzazioni e gli accordi con le fondazioni bancarie

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO PENALE

  • Il rapporto di causalità. Il principio dell’equivalenza delle cause di cui all’art. 41 c.p.
  • La persona offesa dal reato.
  • I reati di pericolo.
  • Le pene principali.
  • Le pene accessorie.
  • Il giudicato penale.
  • L’estinzione della pena e del reato.
  • Le misure di sicurezza patrimoniali.
  • Le misure di sicurezza non patrimoniali.
  • Le misure di prevenzione.
  • Il sequestro e la confisca.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO CIVILE

  • Il negozio giuridico a titolo gratuito e oneroso.
  • Il contratto. La buona fede. Le trattative. La perfezione.
  • I vizi della volontà (errore, dolo, violenza).
  • La forma del contratto. La rappresentanza. Gli elementi accidentali del contratto (condizione, termine, modo). La simulazione.
  • Il contratto fiduciario e la causa fiduciaria
  • l’oggetto e la causa del contratto.
  • l’invalidità e l’inefficacia del contratto, Nullità ed annullabilità. Rescissione e risoluzione
  • I contratti di scambio (do Ut facias). La locazione e l’affitto, la locazione di immobili urbani, il leasing, l’appalto, il contratto d’opera.
  • Il contratto di trasporto, il mandato, il contratto di spedizione, il contratto di agenzia, il franchising , la mediazione.
  • I contratti del consumatore. Le clausole vessatorie. L’informazione precontrattuale. Il commercio elettronico. La commercializzazione a distanza di servizi finanziari. Il credito al consumo. Tutele speciali. Azioni inibitorie e risarcitorie.
  • I contratti aleatori: la rendita perpetua e vitalizia, il contratto di assicurazione, la conclusione del contratto,
  • l’assicurazione contro i danni, l’assicurazione della responsabilità civile. L’assicurazione sulla vita.

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO

  • I servizi pubblici.
  • L’ambiente e il paesaggio.
  • Le espropriazioni di pubblica utilità. La dichiarazione di pubblica utilità. L’indennità di esproprio. L’usucapione di bene illegittimamente espropriato. Problemi di riparto di giurisdizione.
  • I principi ispiratori dell’azione amministrativa Gli atti amministrativi.
  • La discrezionalità amministrativa e limiti alla sua sindacabilità.
  • Il procedimento amministrativo e il provvedimento amministrativo (differenza con l’atto amministrativo).
  • L’inerzia della PA – Il silenzio-assenso. Il silenzio –diniego. Il silenzio rigetto (DIA e SCIA).
  • Le varie categorie di invalidità dell’atto e del provvedimento amministrativo.  Autotutela. Revoca.  Annullamento d’ufficio. Indennizzo conseguente alla revoca.
  • la negoziazione della PA.  Gli accordi tra PA e privato ai sensi  dell’art. 11 della legge n. 241/1990. Gli accordi di programma.
  • L’autotutela. Il recesso della PA e l’indennizzo.
  • Il diritto di accesso agli atti. Strumenti di tutela. L’accesso nel nuovo codice del processo amministrativo

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO PENALE

Studiare sul manuale e sul codice penale commentato o direttamente sulla legge penale speciale (leggere attentamente la giurisprudenza) o sul commentario delle leggi penali speciali

I singoli reati.

  • Delitti contro la personalità internazionale dello stato (da art. 241 a 275 c.p.) a titolo esemplificativo: attentati contro l’integrità e l’indipendenza dello Stato, atti ostili verso uno Stato estero che espongono lo Stato italiano al pericolo di guerra, corruzione del cittadino da parte dello straniero, spionaggio, disfattismo politico ed economico, associazioni sovversive
  • I principali reati commessi con finalità di terrorismo di cui alla L. 31 luglio 2005 n. 155.
  • Delitti contro la personalità interna dello Stato (da art. 276 c.p. a 292 c.p.) a titolo esemplificativo: Attentato contro il Presidente della Repubblica,
  • Attentato per finalità terroristiche e di eversione, Atto di terrorismo con ordigni micidiali e esplosivi, devastazione, saccheggio e strage.
  • Delitti contro gli Stati Esteri, i loro Capi ed i loro rappresentanti (da art. 296 a 309 c.p.) a titolo esemplificativo:  Attentato contro i Capi Esteri, Offesa contro un capo estero, offesa alla bandiera o ad altro emblema di uno Stato Estero, Offesa alla bandiera o ad altro emblema dello Stato, Banda armata, formazione e partecipazione).
  • Delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione (da art. 314 a 335 c.p.) Peculato, malversazione, corruzione in tutte le sue fattispecie, circostanze aggravanti, Istigazione alla corruzione, Confisca, riparazione pecuniaria, Rifiuto d’atti d’ufficio, Omissione. (NUOVO PROGETTO DI LEGGE BONAFEDE).
  • Delitti dei privati contro la P.A, contro l’amministrazione della giustizia, e contro le decisioni giudiziarie : (da art. 336 a 356 c.p.  compreso anche l’art. 393 c.p., da 361  a 384 ter c,p e da 385 a 391 ter c.p. ) a titolo esemplificativo: Reazione  legittima agli atti arbitrari dei pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio,  violenza e/o minaccia a p.u, millantato credito.
  • Traffico di influenze illecite, turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta dei contraente, frode nelle pubbliche forniture, omessa denuncia di reato, calunnia, autocalunnia, false informazioni al pm, e al difensore, frode in processo penale e depistaggio, millantato credito del patrocinatore, favoreggiamento reale e personale, intralcio alla giustizia ecc.
  • La tutela arbitraria delle proprie ragioni (da art. 392 ad art. 393 c.p.)
  • Delitti contro l’ordine pubblico e l’incolumità pubblica. Delitti di pericolo e contro l’ambiente (da art. 414 a 452 c.p.) a titolo esemplificativo, reati associativi, epidemia, avvelenamento di acque, commercio di sostanze contraffatte, confisca obbligatoria  pene accessorie,  delitti colposi di danno, delitti colposi di pericolo, delitti colposi contro la salute pubblica, inquinamento ambientale, morte o lesioni  come conseguenze del delitto di inquinamento ambientale.
  • Disastro ambientale, circostanze aggravanti, ravvedimento operoso, confisca, rispristino dello stato dei luoghi, omessa bonifica).
  • Delitti contro la fede pubblica (art. da 453 a 498 c.p.)  e delitti contro l’economia pubblica l’industria e il commercio (da art.. 499 ad art.  517 quater c.p.).
  • Delitti contro la famiglia (da art. 556 c.p. a 574 bis c.p.) , contro la vita e l’incolumità individuale (art. 575- 583 ter c.p.).
  • Delitti contro la libertà della persona (art. 600 c.p.- 602 c.p.  con particolare riguardo alla legge 228/223, il delitto di immigrazione illegale, art. 10 bis dlgsvo 286 del 1998 introdotto con la legge 24/2009 e forma associativa art. 416 c.p. comma quinto), l’onore  e  la dignità della persona ( da art. 594 a 597 c.p.,  con particolare riguardo alla diffamazione, la discriminazione razziale  di cui all’art. 3 legge 13.10.1975 n. 654 e la discriminazione sul lavoro  Dlgvo 11.4.2006 n. 198 ).
  • Delitti contro la libertà fisica e morale della persona ( da art. 605 c.p.  a 609 c.p. e da 619 c.p.  a 615.c.p con particolare riguardo agli atti persecutori e alle interferenze illecite nella vita privata).
  • Delitti contro la libertà sessuale della persona  (da art. 609 bis ad art. 609 nonies c.p.).

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO CIVILE

  • I rapporti di famiglia. Matrimonio. Regime del vincolo.
  • Regime patrimoniale della
  • L’adozione.
  • L’obbligazione degli alimenti.
  • Le unioni civili.
  • Le convivenze.
  • Le successioni a causa di morte. L’acquisto dell’eredità e la rinuncia
  • La successione legittima e testamentaria.
  • Il testamento. Il legato. La donazione.
  • La divisione ereditaria.
  • La trascrizione. La nozione di terzo nel sistema delle trascrizioni. La trascrizione della domanda giudiziale

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO

  • I contratti della pa. la procedura di evidenza pubblica.
  • Le A.T.I.
  • gli appalti e le concessioni di lavori pubblici e/o di servizi. La nuova disciplina del codice degli appalti.
  • Il partenariato pubblico e privato. Gli affidamenti dei lavori diversi degli appalti.
  • La giurisdizione sugli appalti pubblici. Il danno. L’annullamento per autotutela.
  • Le nuove norme del processo amministrativo in tema di appalti (e concessioni).
  • La giustizia amministrativa. Il ricorso amministrativo. La centralità dell’azione di annullamento. L’azione di condanna. L’azione di risarcimento. L’azione  di accertamento dopo l’entrata in vigore del nuovo codice. Rapporti con l’azione di nullità.
  • La tutela cautelare.
  • Il ricorso gerarchico e il ricorso in opposizione.
  • Il ricorso straordinario al Capo dello stato. Sua trasposizione in ambito giurisdizionale
  • Il ricorso davanti al g.a. le nuove norme del c.p.a.
  • Il giudizio di ottemperanza, anche con riguardo alle sentenze di condanna del giudice civile (rapporti con il giudizio di esecuzione civile)

DUE ARGOMENTI AL GIORNO

ARGOMENTI DI DIRITTO PENALE

  • Delitti contro il buon costume e di prostituzione ( 527  – 528 c.p. e atti contro la pubblica decenza art. 725 . 726 c.p.,  delitti in materia di prostituzione legge 20.2.1958  m. 75) delitti contro la prostituzione minorile, pedopornografia e turismo sessuale   (da art. 600  bis c.p. a 600 septies c.p.).
  • Reati in danno di animali ( 544 bis c.p. a 544 sexies c.p.) Abbandono  di animali domestici  (art. 727 c.p.) traffico illecito di animali da compagnia )art. 4 – 6 Legge 4.11.2010 n. 201). 
  • Delitti contro la inviolabilità dei segreti e la riservatezza( da art. 616 a 623 c.p.).
  • I reati contro il patrimonio mediante violenza alle cose e/o alle persone (da art. 624 a 639 bis c.p. furto, rapina, estorsione, sequestro di persona e a   scopo di estorsione, usurpazione, danneggiamenti).
  • I reati contro il patrimonio mediante frode (da art. 640  a 649 c.p., truffa, frode informatica insolvenza fraudolenta, circonvenzione di incapaci, usura, frode in emigrazione, appropriazione indebita, ricettazione, riciclaggio, autoriciclaggio, confisca).
  • I reati delle leggi speciali – I reati tributari (Dlgvo 10 marzo 2000 74, le modifiche legislative  di cui al D.L. 13 agosto 2011  n. 138 convertito in legge 14 settembre 2011 n. 148. Le novità introdotte dalla delega fiscale di cui alla legge 11 marzo 2014 n. 23). Con particolare riguardo ai seguenti argomenti:
  • 6 e 7 circa l’irrilevanza del tentativo per i delitti in materia di dichiarazione
  • 13 la causa di non punibilità del pagamento del debito tributario
  • 15 violazioni dipendenti da interpretazione delle norme tributarie
  • 19 sulle recenti prese di posizione dalla CEDU
  • la responsabilità degli enti e confisca per equivalente in materia  tributaria
  • il problema dell’elusione fiscale
  • I reati societari (art. 2621 e 2622 c.c., art. 2639 (amministratore di fatto) c.c. art. 2621 bis e 2621 ter cc, false comunicazioni sociali in società quotate, Infedeltà patrimoniale (art. 2634 c.c.). I rapporti tra la nuova infedeltà patrimoniale  di cui all’art. 2643 c.c. e l’appropriazione indebita. La responsabilità degli amministratori  senza delega per i reati commessi  dagli amministratori delegati. La giurisprudenza in tema di reati societari dopo la riforma del 2003. La condotta materiale. Il falso valutativo. L’elemento soggettivo il bene giuridico protetto.
  • I reati fallimentari (RD 16 marzo 1942 n. 267)la bancarotta propria. La bancarotta fraudolenta propria. La bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale. La bancarotta semplice. La bancarotta semplice patrimoniale. La bancarotta semplice documentale, La bancarotta impropria. Concordato preventivo. Falso in attestazioni e relazioni. Circostanze aggravanti ed attenuanti.
  • I delitti in materia di stupefacenti L’intervento normativo della Corte Costituzionale n. 32 del 2014  sul criterio oggettivo – quantitativo  della dose media giornaliera a quello di destinazione. Prova della destinazione. Cass. Sez. Pen Sez Unite 14 ottobre 2014 n. 42858. Le condotte illecite e quelle penalizzate. Le condotte penalmente irrilevanti. La fattispecie di live entità. Nozione di ingente quantità. Il reato associativo.
  • I reati in materia ubanistico – edilizia (art. 36 – 44  – 72 – 95 97 T.U Edilizia. In  particolare, le fattispecie penali previste dall’art. 44 Tu  Edilizia con riguardo au soggetti, alla condotta e lle varie fattispecie penali previste dalla lettera a), b) c). Lottizzazione abusiva. Elemento psicologico. Momento di consumazione del reato. Prescrizione e cause di estinzione del reato.
  • I reati a tutela dei beni culturali e paesaggistici (DL.GS. 22 gennaio 2004 n. 42)  (art. 169 opere illecite), (art. 170 uso illecito) (art. 171 collocazione e rimozione illecita) (art. 172 inosservanza  delle  prescrizioni di tutela indiretta) ( art 173 violazioni in materia di alienazione) (art. 174 uscita ed espropriazione illecite) (art. 175 violazioni in tema di ricerche archeologiche)   (art. 176 Impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato) (art. 177 Collaborazione per il recupero dei beni culturali) (art. 178 Contraffazione di opere d’arte) (art. 179: Cause di non punibilità).
  • Il diritto penale dell’immigrazione. La disciplina comunitaria contenuta nella cd. Direttiva rimpatri 2008/2015/CEE e suo recepimento nel decreto legge 14 giugno 2011 89  convertito in legge 9 agosto 2011  n. 189;  compatibilità di tale normativa con il reato di illecito reingresso nel territorio dello Stato di cui all’art. 13 comma 13 T.U. imm.. Il reato di inottemperanza all’ordine di allontanamento del questore di cui all’art. 14, comma 5 ter e quater D,lgvo n. 286/1998. Le nuove norme contro i datori di lavoro che impiegano immigrati irregolari (dlgs. 16 luglio 2012 n. 109).

Questo sito web usa cookie e servizi di terze parti. Privacy Policy

Ok